EUR/USD: guida euro/dollaro e quotazione in tempo reale

cross usd/eur

Cambio sull’asset euro dollaro

Devi partire dal presupposto che il mercato Forex oggi è il mercato tra i più liquidi al mondo. Essendo tale, esso si compone di molte coppie valutarie. Il mercato Forex vede scambiare in coppia le valute. Si tratta in modo particolare di coppie vantaggiose ed è abbastanza conveniente per tutti i trader.

Oggi puoi fare trading sulla coppia EUR/USD, perché considerata una vera opportunità di trading, unica nel suo genere e che ti permette di accedere a profitti che altrimenti si possono solo desiderare. Ad oggi, il 27% degli scambi sul mercato Forex è legato alla coppia Euro Dollaro. Questo vuol dire che è la coppia più liquida al mondo. Si potrebbe trattare anche della coppia più popolare e favorita in assoluto.

Peraltro, analizzando da vicino la coppia abbiamo:

  1. Valuta base: euro;
  2. Valuta quota: dollaro.

Quali sono le caratteristiche dell’Euro?

L’Euro è definita come la seconda valuta mondiale oggi presente in circolazione. Essa è seconda solo al dollaro. Quando parliamo di euro, facciamo riferimento alla moneta dell’Eurozona. Come detto, è la seconda per regione economica ed importanza dopo quella degli Stati Uniti.

Il passaggio alla moneta unica denominata Euro e facente parte dell’Eurozona è stata definita come il più grande rimpiazzo di moneta a cui il mondo abbia mai assistito. Ad essa hanno partecipato ben 16 Paesi che hanno deliberato per il cambiamento della valuta nell’ormai lontano 2002. La Banca Centrale Europea (BCE) ad oggi è l’unica e solo autorizzata a intraprendere una politica monetaria e come tale ad emettere le banconote. La sua sede è in Francoforte – Germania. Tutte le banche nazionali dei paesi europei facenti parte sono partecipi nella produzione e distribuzione di banconote e monete.

Quali sono le caratteristiche del Dollaro?

Analizzando  la seconda valuta, il Dollaro, la moneta ufficiale degli Stati Uniti. Oggi il Dollaro (USD) è diventata la moneta di riferimento a livello mondiale non solo per questa nazione, ma anche per le nuove economie emergenti, le quali hanno deciso di ancorare la loro valuta al dollaro.

Gli investitori, nel momento i cui ricercano una valuta affidabile, si affidano sempre al dollaro, considerata come la moneta per eccellenza. Oggi il prezzo del dollaro è strettamente legato alle politiche economiche degli Stati Uniti. Al fine di comprendere l’andamento del dollaro si deve poi analizzare anche lo stato di salute dell’economia americana.

Prima di far questo, però, devi analizzare  i fattori che influenzano la coppia EUR/USD.

Quali sono i fattori che influenzano la coppia Euro Dollaro?

cross usd/eur

Fattori che influenzano l’asset uro dollaro

Secondo gli economisti oggi sono presenti 4 fattori che hanno determinato la capacità di modificare l’andamento di questa coppia di valuta, comunemente nota anche come currency pair.

  1. Il differenziale tra i tassi di interesse legati alle banche centrali:
    1. Stati Uniti;
    2. Europa.
  2. Il livello dei prezzi dei beni e servizi legate alle due economie;
  3. Prezzo del petrolio;
  4. Politiche monetarie e fiscali dell’Europa e dell’America.

Oggi, per comprendere l’andamento della coppia, non serve essere un economista. Anche tu puoi sfruttare le potenzialità legate al solo investimento. Ad oggi è possibile grazie a due fattori:

  • volatilità del mercato;
  • digitalizzazione dell’informazione.

Puoi quindi speculare sul tasso di cambio Euro Dollaro in tempo reale, approfittando anche dell’andamento del mercato.

E’ davvero possibile ottenere il massimo con il cambio Euro Dollaro?

caratteristiche usd/eur

Come fare trading sull’asset euro dollaro

Ti sei mai posto questa domanda?  Sicuramente, se sei atterrato su questa guida, è perché certamente avrai sentito parlare di questo asset. Devi sapere che da questo asset oggi si possono ottenere grandi performance,  visto e considerato anche che quando parliamo di trading su valute facciamo riferimento al tasso di cambio, che non è altro che il rapporto tra una moneta e l’altra.

Siamo anche certi che avrai già sentito parlare di volatilità legata ai tassi di cambio. Questicambiano continuamente, ogni giorno. Si tratta di piccole e brevi oscillazioni, che ti permettono di speculare  sul tasso di cambio. Grazie al cambio Euro Dollaro, oggi si può investire facendo trading online sul Forex. Infatti il tasso di cambio è ideale per essere tradato, amato da molti trader che oggi investono su di esso seguendo il seguente schema:

  • Acquistando una valuta;
  • Aspettando che questa si apprezzi;
  • Ricomprando la moneta di partenza.

In secondo luogo é possibile anche investire nel mercato Forex con gli strumenti finanziari tramite i tassi di interesse da cui appunto dipende il tasso di cambio.

Comprare valuta: come fare?

trading forex sull'asset euro dollaro

Come tradare l’asset euro dollaro? esempio pratico grafico

Partiamo con un esempio classico. Supponiamo che ad oggi il cambio USD/EUR sia pari a 1,38. Questo vuol dire che per avere un dollaro occorrono 1,38 euro. Se pensi che il valore del Dollaro rispetto all’Euro aumenterà, allora puoi comprare Dollari, diversamente compra Euro. Ora, supponiamo che tu voglia investire 1000 Dollari comprando Euro.

Cosa succede analizzando il cambio? Otterrai quindi 1380 Euro. Se invece, tra un mese, il valore del Dollaro aumenta, con quei Dollari non otterrai solo 1380 Euro, ma ne otterrai di più.

Ancora facciamo un altro esempio. Supponiamo che il tasso di cambio Euro Dollaro sia pari a 1,25. Cosa vuol dire? Che ti bastano solo 1,25 dollari per avere un euro, in quanto il valore del dollaro nei confronti dell’euro è  aumentato.

Potrai notare in questo caso che avrai ottenuto dal cambio 104 euro in più. Questo in gergo tecnico prende il nome di lucrare sul tasso di cambio. E’ chiaro anche che il tasso di cambio potrebbe muoversi non sempre a favore. In breve potrebbe succedere che vada a tuo sfavore. Infatti, se il valore del dollaro nei confronti dell’euro diminuisce, vuol dire che tu dovrai ad esempio vendere 1.380 dollari, analizzando il tasso di prima al contrario, ottenendo meno di 1.000 euro.

Questo elemento è molto importante e non deve essere preso sottogamba. Prima di investire, devi quindi seguire il mercato delle valute con un conto demo e farti un’idea precisa il più possibile sull’andamento. In questo modo, potresti limitare i danni ed in questo caso i rischi.

Come investire nel mercato Forex o in strumenti finanziari legati all’andamento del tasso di cambio?

Sappiamo che il forex è un mercato in cui si effettua la compravendita delle varie valute di tutto il mondo. Sappiamo anche che esso opera 24 ore su 24 e che perciò permette di comprare e vendere le valute online. Questo consente di tradare i mercati in salita e in calo e come tale limitare le perdite grazie al trading con leva.

Puoi anche investire con il cambio euro dollaro, acquistando prodotti finanziari la cui remunerazione é legata al tasso di cambio.

Cambio euro dollaro: previsioni 2018

cross usd/eur

Cambio euro dollaro: caratteristiche

Ora, non ci resta che analizzare la situazione attuale e cercare di comprendere bene come investire in questa metà dell’anno in corso.

Molti ci stanno chiedendo come investire e cosa ci si potrebbe aspettare dal cambio euro dollaro. Per far questo si devono però analizzare bene le possibili previsioni legate alle grandi banche di investimento e ai fattori che hanno un forte impatto sull’euro dollaro per tutto quest’anno.

Anche se oggi le previsioni sul mercato valutario molto spesso non possono essere considerate come veritiere sul lungo periodo, noi siamo certi che conoscere il posizionamento e la view delle grandi banche di investimento potrebbe essere di grande aiuto anche per comprendere cosa aspettarsi dal cambio euro dollaro in questi mesi.

Previsioni cambio euro dollaro: il 2018 sarà rialzista?

Per tutto il restante 2018 non possiamo non vedere il cambio euro dollaro al rialzo, in quanto è un anno considerato come rialzista, che si basa sulle più importanti previsioni legate alle maggiori banche di investimento mondiali.

Esse oggi variano in base al collocamento dei capitali di investimento, con una crescita economica e la fine del programma di quantitative easing della BCE, che sono da considerare come dei fattori rialzisti per il cambio euro dollaro.

Se analizziamo bene il percorso fino ad oggi condotto, possiamo notare come il primo giorno di negoziazioni del 2018 ha visto l’euro dollaro rompere la resistenza a 1,20. Questo è dovuto ad una nuova ondata di debolezza del biglietto verde, proviente dall’interesse degli investitori per la moneta unica. Il tutto al fine di approfittare anche della crescita economica attuale nella zona euro.

Grafico in tempo reale e previsioni EUR/USD 2018

Di seguito riportiamo il grafico riassuntivo delle previsioni 2018. Qui è possibile analizzare completamente il cambio in questione su tutto il periodo preso in esame. Imparare a leggere il grafico è molto importante perché ti insegna ad apprendere meglio come si muove il mercato, nel corso di tutto il periodo interessato.

View negativa sul dollaro USA

Per quanto riguarda le previsioni del dollaro, la maggior parte degli analisti è concorde nell’affermare che esse sono per la maggior parte interessate da una fase ribassista. Si potrebbe anche correre il rischio per il dollaro di assistere ad una crescita più rapida nel resto del mondo. In pratica, un fattore di questo tipo potrebbe ridurre l’attrattiva del biglietto verde e degli asset statunitensi agli occhi degli investitori.

Altro grande problema potrebbe essere ad esempio l’inflazione, la quale potrebbe essere considerata come un peso per il dollaro USA. Questo è almeno quanto affermato dalla maggior parte degli analisti. Se l’inflazione infatti si mantiene debole, allora anche le aspettative sono basse. La Federal Reserve prevede invece di alzare i tassi di interesse 3 volte nel 2018. Questo peraltro sottolinea anche il fatto che nessuno dei presenti oggi si aspetta che i tassi statunitensi torneranno ai livelli in cui erano prima della crisi.

Anche le politiche intraprese dal presidente Trump non sono altro che reflazionistiche, sulla carta. Ci sono però dei dubbi anche in merito alla loro efficacia. Alcuni credono che le riforme fiscali, messe in atto da Trump, possano essere simili quelle dell’ex presidente Reagan, con un elemento di forza per il dollaro nel 2018. Quindi la Fed si vede oggi impegnata nel ciclo di rialzo dei tassi, con una spinta rialzista sul dollaro che proviene da ciascun aumento futuro, che potrebbe ridursi col passare del tempo.

Le attese sull’Euro

Allo stesso tempo non possiamo non prendere in esame le analisi portate avanti in merito all’euro. Infatti la maggior parte degli analisti prevede un apprezzamento della valuta nel 2018,, anche se il rialzo risulterà relativamente limitato. Non si deve far altro che concentrarsi sulle prossime mosse condotte dalla Banca Centrale Europea. Qui la BCE ridurrà il suo programma di acquisto di bond dalla portata di 60 miliardi di euro al mese nel 2018.

Già nel primo periodo del mese di Gennaio abbiamo assistito ad un tasso di acquisti mensili sceso a 30 miliardi di euro. I mercati sperano invece in un piano che possa chiudersi completamente entro la fine del terzo trimestre. Peraltro, anche quando il QE sarà finito, allora si potranno considerare i tassi di interesse del mercato come dei tassi che devono essere in grado di muoversi al rialzo e la BCE potrà aumentare il tasso di interesse ufficiale.

Il QE, se negativo per l’euro, vuol dire che mantiene i tassi di interesse artificialmente bassi e questo sta ad indicare anche bassi costi di finanziamento, con l’obiettivo di stimolare l’attività economica e l’inflazione. Nel complesso, possiamo dire che ancora oggi ci sono delle piccole combinazione di fattori che sono destinate a pesare sul dollaro e a sostenere l’euro per tutto il 2018.

Cambio Euro Dollaro e azioni su cui investire: Cosa comprare e cosa vendere?

cross valutario usd/eur

Investire sui titoli azionari correlati all’asset euro dollaro

Potremmo dire che il rafforzamento dell’Euro sul Dollaro ha degli effetti anche nella scelta delle azioni da comprare. Dall’andamento del cambio Euro Dollaro si evince un rafforzamento della divisa europea rispetto a quella degli Stati Uniti. Oggi sembra avere delle ripercussioni anche nella composizione del portafoglio di investimento di molti trader. Qualcosa si stia muovendo, considerando che qualcosa nelle ultime sedute si sta muovendo, soprattutto in merito al cross valutario Euro Dollaro.

Nel caso in cui si sceglie di investire in modo diretto con le azioni e nel caso in cui si sceglie di investire con il trading di CFD su azioni e forex, la tendenza che è emersa è quella di un allontanamento dai titoli che in realtà sono sofferenti.

Ad esempio, l’apprezzamento dell’Euro sul Dollaro, a fronte di un avvicinamento ai titoli, potrebbe essere considerato come un sistema da cui si potrebbe trarre maggiore vantaggio dalla dinamica valutaria che è in atto. In generale, nel caso in cui parliamo di un aumento dell’Euro sul Dollaro che si prolunga per tutto il tempo, allora i titoli da privilegiare sarebbero quelli del settore bancario e del comparto utilities.

Nel caso contrario, un Euro troppo forte rispetto al Dollaro potrebbe penalizzare le azioni del settore farmaceutico, alimentare e delle bevande. Possiamo anche dire che la soglia da tenere sotto monitoraggio al fine di capire come posizionarsi e ridurre la propria esposizione su alcuni comparti è quella di 1,2 dollari. In breve, se il cambio Euro Dollaro dovesse salire oltre 1,2, possiamo consigliare di ridurre il peso in portafoglio azionario. Lo stesso, infatti, risulterebbe troppo esposto verso gli Stati Uniti.

In particolare, un apprezzamento della moneta unica europea, potrebbe fungere da campanello di allarme nei confronti delle azioni e dei titoli del Ftse Mib di Borsa Italiana, solo per fare un esempio. Il cambio Euro Dollaro dall’inizio dell’anno ha registrato un apprezzamento del 12%. Questo vuol dire che si tratta di una variazione significativa, ma non preoccupante. Infatti adesso si parla di alcuni analisti che non hanno mai rilevato problemi legati alla crescita economica dell’Eurozona, causati dal Super Euro.

Gli stessi dati macro, legati all’Eurozona, hanno confermato la presenza di una fase favorevole per l’economia della zona euro. Ecco che la possibilità che il cross valutario tra Euro e Dollaro superi 1,2 oggi potrebbe essere avvertita come un fattore di rischio e per quanto riguarda le previsioni di breve termine sul cambio tra le 2 valute è consigliabile sempre tenere sotto controllo l’agenda macro americana per tutto il prossimo periodo.

Cambio Euro Dollaro: conviene investire?

perchè investire sul cambio usd/eur

Conviene investire sul dollaro e sull’euro?

Conviene investire nel cambio Euro Dollaro? Quante volte in questo giorni te lo sarai chiesto? Sicuramente è una domanda che, come te, tanti altri si staranno ponendo, proprio perché vogliono andare a caccia di buoni affari. La maggior parte degli analisti finanziari ritiene che il tasso di cambio esistente tra euro e dollaro aumenterà per tutto il 2018. Altri invece ritengono il contrario, ovvero che l’Euro e il Dollaro sono destinati a calare.

Il tasso di cambio è anche oggetto di molte discussioni da parte degli economisti, che si basano sulle aspettative di volatilità per il 2018 superiore alle attese. Tutto questo lo si deve all’opinione diffusa legata al dollaro, che potrebbe continuare a indebolirsi come ha già fatto nel 2017. L’euro invece sembra mantenere il suo andamento crescente.

Perchè il cambio Euro Dollaro è importante?

Potrebbe essere una domanda scontata ma in realtà non lo è! Basta analizzare gli scambi su queste due monete, che oggi rappresentano quasi il 30% di tutti quelli che avvengono sul Forex, per comprendere il perché si tratta di un asset molto tradato. L’asset in questione è considerato l’unione di due valute, che oggi rappresentano le valute di molti Stati: 27 più 50. Anche gli economisti notano come l’andamento di queste due monete rispecchia fedelmente la situazione dell’economia americana e di quella europea.

La prima moneta in assoluto è il dollaro, seguita poi dall’euro, considerata la seconda valuta mondiale per circolazione monetaria. Ora, la loro correlazione, come anche il cambio tra queste due valute, dipende da diversi fattori:

  1. Salute dell’economia dei paesi che le utilizzano. In questo caso devi notare che l’Euro viene influenzato dalla scarsa salute economica della Grecia e dell’Italia, mentre il Dollaro ad esempio dal Costarica;
  2. La forza delle rispettive economie;
  3. Le politiche monetarie intraprese dai diversi governi centrali;
  4. I tassi di interesse;
  5. Le instabilità economiche.

Sono cinque importanti fattori, che non devono in nessun modo essere sottovalutati e che spiegano perché nel mercato Forex il cambio Euro/Dollaro oggi ricopre un ruolo di primaria importanza. Le economie di Stati Uniti ed Europa, se unite, vanno oltre il 40% del PIL mondiale e rappresentano un terzo degli scambi commerciali a livello mondiale. Il Dollaro ha un ruolo molto importante all’interno di tutta la finanza internazionale. Lo potremmo considerare come la valuta di riserva che viene utilizzata maggiormente a livello mondiale, visto anche che è utilizzata come valuta per le transazioni internazionali.

Oggi le banche centrali mondiali detengono le loro riserve in dollari. Altri paesi invece scelgono di ancorare il valore della propria valuta a quello del dollaro americano. Altri, invece, preferiscono adottare direttamente il dollaro come valuta nazionale.

Il dollaro e la relazione con le materie prime

Anche il prezzo dell’oro, del petrolio e quello di tantissime altre materie prime oggi è espresso in dollari USA. Nel caso specifico del petrolio, si deve anche prendere in esame il fatto che l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC) opera transazioni e quotazioni in dollari. Allo stesso modo, possiamo dire che l’Euro è la moneta della regione economica più grande del mondo, con un PIL che si aggira intorno ai 13 miliardi di dollari. Ad oggi i Paesi che usano l’Euro sono ben 19  e sono:

  • Austria;
  • Belgio;
  • Cipro;
  • Estonia;
  • Finlandia;
  • Francia;
  • Germania;
  • Grecia;
  • Irlanda;
  • Italia;
  • Lettonia;
  • Lituania;
  • Lussemburgo;
  • Malta;
  • Paesi Bassi;
  • Portogallo;
  • Slovacchia;
  • Slovenia;
  • Spagna.

Questo vuol dire che ad utilizzare l’euro sono 338,6 milioni di persone e centinaia di migliaia di imprese di tutte le dimensioni. A questi primi paesi, nel corso dei prossimi anni, se ne potrebbero aggiungere degli altri, considerando che fanno parte dell’Ue altri 8 Stati.

Market mover più importanti sul cambio euro-dollaro

Dollaro

  • Tassi di interesse;
  • Non-farm payrolls;
  • Disoccupazione;
  • Indice dei prezzi al consumo;
  • Indice delle vendite al dettaglio;
  • Fiducia dei consumatori;
  • PIL – Prodotto interno lordo.

Euro

  • Tassi di interesse;
  • Indice ZEW (Germania);
  • Indice dei prezzi al consumo;
  • Bilancia commerciale;
  • PIL Eurozona e Germania.

Dopo Dollaro ed Euro, le altre valute influenti sul mercato mondiale sono in ordine:

  1. Yen Giapponese;
  2. Sterlina Inglese;
  3. Franco Svizzero;
  4. Dollaro Canadese.

Anche in questo caso si deve considerare che le valute in questione posseggono delle altre caratteristiche specifiche, le quali influenzano il valore e il movimento dei prezzi.

Come investire in cambio Euro Dollaro con il trading online?

Come investire in cambio Euro Dollaro? Anche in questo caso la risposta non è scontata. Non puoi comprare e detenere dollari o euro in attesa che essi si apprezzino. Non avrebbe senso. È invece possibile investire sul cambio EUR/USD tramite il trading online. Peraltro, oggi si può notare come sempre più trader amano questo tipo di investimento, ovvero essi si affidano a questa nuova forma di investimento.

Lo puoi fare anche tu, scegliendo di investire con i broker di trading online che ti mettono a disposizione una piattaforma di trading online. Un Broker in particolare, molto amato ed apprezzato dai trader per investire nel Forex, è Plus500. Si tratta di una piattaforma di trading online, che offre tutti gli strumenti necessari per fare trading online con i CFD, con un conto demo gratuito / illimitato, ma che non offre servizi di trading formativi base.

Non adatto ai neofiti, offre comunque un efficiente supporto tecnico, con un Conto demo per simulare il trading senza spendere soldi reali e rischiare di perderli. Infine, da considerare l’interfaccia estremamente intuitiva, come anche il servizio di assistenza clienti H24. Ricordiamo però che il trading online è pericoloso e questo potrebbe comportare anche la perdita dell’intero capitale investito.

Si deve anche ricordare che il mercato Forex è aperto 24 ore su 24. Questo vuol dire che puoi operare di continuo. Devi però sempre monitorare i mercati che influenzano maggiormente il cambio Euro/Dollaro e tenere sotto stretta osservazione gli orari di apertura e di chiusura. Peraltro nella fase di contrattazione si rilevano quelle che potremmo definire fluttuazioni maggiori.

Si tratta di un fattore fondamentale, poiché è proprio durante queste fluttuazioni che una strategia vincente consente a tutti i trader di chiudere dei trade in positivo.

Migliori brokers Forex consigliati per fare trading CFD su Eur/USD

Vai al sito web | Recensione
Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...

Prova Gratis
Capitale a rischio.
Vai al sito web | Recensione
Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...
Prova Gratis
Capitale a rischio.
Vai al sito web | Recensione
Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...
Prova Gratis
Capitale a rischio.
Vai al sito web | Recensione
Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...
Prova Gratis
Servizio CFD. 80,6% perde soldi.

Come investire sul cambio euro dollaro? Alternative valide al trading online

Ci sono poi altri diversi modi che ti permettono di investire sul Cambio Euro Dollaro, ovvero acquistando valuta. Noi non lo consigliamo, però, come strumento di investimento, ma per onor di cronaca deve essere anche esso menzionato. Mettiamo il caso che oggi il cambio euro dollaro sia pari a 1,38. Questo sta ad indicare che, per avere un euro, occorrono 1,38 dollari.

Ora, se ritieni che il valore del dollaro rispetto all’euro aumenterà, allora devi comprare dollari. Supponiamo che tu voglia investire 1000 euro comprando dollari. Cosa otterrai? Otterrai 1380 dollari. Mettiamo il caso che, tra un mese, il valore del dollaro aumenterà. Con i tuoi dollari non otterrai solo 1000 euro, ma molti di più.

Supponiamo ad esempio che il tasso di cambio euro dollaro arrivi a 1,25. In questo caso, ti bastano solo 1,25 dollari per avere un euro, visto che abbiamo supposto che il valore del dollaro nei confronti dell’euro sia aumentato. Da qui, ne possiamo ricavare la quantità di euro che otterremo vendendo 1380 dollari. Devi solo convertire il tasso di cambio euro/dollaro in dollaro/euro. Quindi avremo:

  • 1 : 1,25 = 0,80;
  • poi moltiplicare il risultato per 1.380 e quindi: 1.380 x 0,80 = 1104 euro.

Avrai ottenuto una percentuale maggiore di euro pari a 104.

Il tasso di cambio potrebbe però anche andare a tuo sfavore. Qualora il valore del dollaro nei confronti dell’euro diminuisce, ad esempio vendi 1.380 dollari, otterrai meno di 1.000 euro. Ecco uno dei motivi per il quale noi non consigliamo questo tipo di investimento. Peraltro, per investire in questo modo, devi sempre analizzare il tempo che ci vuole affinché il cambio si apprezzi o si deprezzi in base alla tua strategia di investimento. E’ sempre bene seguire il mercato delle valute. Questo ti serve anche per analizzare e fare la stima dell’investimento e l’eventuale convenienza.

Ricorda sempre che un qualsiasi tipo di investimento è ad alto rischio e come tale non devi mai dare nulla per scontato. Devi sempre cercare le migliori strategie che ti possano far ridurre i rischi legati all’investimento.

Conviene investire sul Cambio Euro Dollaro 2018?

Ma allora conviene investire in Cambio Euro Dollaro? Purtroppo non vi è una decisione univoca. Non sempre è facile fare pronostici. Devi tenere presente che non si deve mai guardare a che cosa accadrà sui mercati finanziari, in quanto non è possibile prevedere i mercati. Bastano semplici mosse del mercato per mandare in fumo i tuoi investimenti. Un piccolo evento potrà cambiare le cose. Si deve sempre ragionare basandosi sulla strategia del proprio portafoglio.

Inoltre, devi anche riflettere sul fatto che non bisogna investire mai sul cambio euro dollari in senso stretto, ma invece si deve provvedere ad investire su strumenti finanziari denominati in dollari. Ad esempio, scegliendo di investire solo sulla valuta e quindi sull’andamento del cambio, allora anche tu in quel caso saresti un trader valutario. Questo è uno dei motivi per il quale è meglio investire in strumenti finanziari denominati in dollari, in quanto essi possono offrire interessi maggiori, ad esempio se investi in bond, o un dividendo se investi in azioni.

Se scegli una di queste due tipologie di investimento, allora, avrai due effetti estremamente positivi. Si otterrà un aumento dei rendimenti complessivi, nel caso in cui il cambio valuta euro dollaro scenderà ancora rispetto ai suoi valori di adesso e formerà un cuscinetto che ammortizzerà le perdite, nel caso in cui il cambio euro dollaro dovesse riprendere a salire.

Meglio sempre investire con una diversificazione dell’investimento e come tale non eccedere mai con la componente in valuta del proprio portafoglio. Meglio ancora se si investe su questo asset, puntando anche a delle divise estere nel proprio portafoglio, che non abbiano relazioni dirette con una delle due valute. Allo stesso modo, comprare valute estere, sperando che il cambio euro dollaro continui a scendere, per realizzare profitti di breve periodo, non è la scelta migliore da fare. Questa in molti casi potrebbe infatti risultare una strategia pericolosa da seguire.

Quando investi devi prendere in esame un ragionamento dedicato all’investimento sempre più ampio e non ti devi soffermare solo sul cambio valutario e sull’andamento del dollaro o dell’euro. Devi ragionare sul portafoglio intero che si possiedi.

Cambio Euro Dollaro, quando conviene investire in azioni europee?

Quanto vale un euro in dollari americani

Quando conviene investire sul dollaro e quando sull’euro?

Molto semplicemente: conviene investire in azioni europee? Se sì, quando farlo? Per avere un paniere europeo, che si rafforzi nel confronto con quello americano, devi analizzare il rapporto cambio Euro Dollaro e devi prevedere una sua riduzione. Solo nel caso in cui l’apprezzamento dell’Euro si dovesse arrestare, allora potresti pensare di investire in azioni europee, in quanto sarebbe davvero un vantaggio. La convenienza o meno di investire in azioni europee dipende in modo particolare da alcuni elementi che sono:

  1. Fattori macro politico-economici;
  2. Strategia operativa.

Fattori macro politico-economici

Si tratterebbe di una situazione macro, che deve essere analizzata nel caso in cui ci siano ancora tensioni tra la Nord Corea e gli Stati Uniti. Il livello di guardia è stato sovente valicato, anche se oggi sembra essere tornato nella norma. Allo stesso tempo, si deve prendere in esame il fatto che Jackson Hole la scorsa estate ha deluso le aspettative di chi si attendeva indicazioni concrete sulla politica monetaria in merito alle decisioni prese della FED e dell’ECB.  Da qui ne è derivato:

  • Ottime performance per Barclays Global-Aggregate +1% sul mese;
  • Indici azionari in leggera perdita con sottoperformance degli indici europei rispetto all’S&P in conseguenza di un Euro che si è ulteriormente rafforzato.

Anche in merito alla BCE si registrano delle ottime notizie, che in questi mesi secondo Draghi viaggiano in positivo. Allo stesso modo, egli si dice ottimista sull’inflazione per il 2018 e per il 2019. Questo lo si potrà verificare nel corso dei prossimi mesi anche in relazione al rafforzamento dell’Euro sul Dollaro.

Ad una eccessiva volatilità del cambio si associa anche uno dei rischi maggiori che si deve tenere sotto controllo, che non ha comportato un sostanziale arretramento del cambio Euro-Dollaro in maniera significativa. Di questo evento ne è complice la mancanza d’inflazione negli USA e dei flussi d’acquisto sull’Euro che probabilmente arrivano direttamente dalle riserve delle banche centrali.

Strategia operativa

Il secondo aspetto invece prende in esame i rendimenti sul decennale, che li vede prossimi al 2%, molto distanti peraltro dal 2,6% che si sono toccati nella primavera dello scorso anno. In merito al comparto azionario si deve analizzare la sottoperformance accumulata da parte dell’€stoxx da inizio maggio 2017, pari a 7 punti percentuali rispetto all’indice S&P. Qui si potrebbe ipotizzare che ci troviamo di fronte ad un movimento eccessivo per invertire nel trend, che potrebbe invece segnare un arresto dell’apprezzamento dell’Euro.

Il comportamento positivo del DAX, cioè l’indice con molti titoli attivi nel comparto export, auto, industriali etc. resta comunque incoraggiante. Da qui possiamo anche ricavare il continuo calo del dollaro che ha portato l’oro ad un forte rafforzamento, su rottura del livello di 1300$/oncia. Infine, se ipotizziamo che il cambio Euro Dollaro dovesse proseguire sui ritmi prima indicati, quindi da un minimo di 1,20 fino a raggiungere 1,40 dollari, allora non è più consigliabile investire in operazioni azionarie, specie quelle del campo farmaceutico, alimentare e delle bevande.

Noi ti consigliamo di mantenere sempre alta l’allerta sul cambio Euro Dollaro: in caso di salita al di sopra del limite 1.20 dovresti agire riducendo il peso in portafoglio delle azioni che invece risultano un po’ troppo esposte verso gli Stati Uniti.

Cosa influisce sul tasso di cambio?

Ti sei mai chiesto che cosa influisce sui tassi di cambio? Noi di seguito abbiamo riportato per te alcuni fattori molto importanti, che devono essere presi in esame e che sono:

  1. La domanda locale di moneta estere;
  2. Specifica fornitura locale;
  3. Bilancia commerciale di un determinato Stato;
  4. Forza economica di un determinato Stato.

Euro dollaro: cosa fare con il cambio in peggioramento?

Nel caso in cui invece si registra un peggioramento sul cambio, allora, come detto, devi ridurre l’esposizione verso le azioni ed i bond Usa e tenere le obbligazioni high yield ed Emergenti. Per tale motivo ti consigliamo sempre di valutare l’andamento del tuo portafoglio alla luce della perdita massima accettabile che hai impostato in una fase di progettazione dello stesso.

Il cambio posto tra le due valute ha inficiato pesantemente il risultato di un investimento legato alle azioni Usa e non solo. Si deve prendere in considerazione:

  1. Il controvalore in euro di un investimento sulla borsa USA, che è sceso essenzialmente per colpa del tasso di cambio, in quanto il Dow Jones continua a segnare nuovi massimi, in dollari;
  2. Le azioni europee patiscono un euro troppo forte, perché penalizza le esportazioni verso gli Usa.

E’ chiaro che se prendiamo in esame questi due fattori, potrebbe essere opportuno ridurre anche l’esposizione verso le azioni americane e quelle tedesche, perché queste sono considerate quelle più sensibili all’andamento del tasso di cambio.

Salvo delle diverse indicazioni dovute al tuo account manager o alle tue analisi, non correre mai a liquidare tutte le azioni Usa che hai in portafoglio, per dei semplici motivi. Prima di tutto perché gli Usa sono il mercato azionario più importante al mondo e come tale se, ci saranno crolli improvvisi, il primo saresti tu a patirne. Ci sono poi delle conseguenze che si ripercuotono sul tuo portafoglio azionario, a causa delle ripercussioni su altri mercati.

Il dollaro debole infine favorisce le esportazioni e la crescita dell’economia Usa.

Euro Dollaro: cosa fare con le obbligazioni?

Ci sono alcune categorie di obbligazioni che hanno molto sofferto, a causa della svalutazione del dollaro e con le quali occorre usare prudenza. Ad esempio i Treasury e dei bond sicuri, denominati in dollari USA, se posseduti in portafoglio sarebbe bene iniziare a liquidarli.

Noi non ti consigliamo di possedere molte obbligazioni come anche molti ETF obbligazionari dei Paesi Emergenti e degli High Yield. Queste due classi di attivo risentono in modo particolare dell’andamento delle economie sottostanti e non solo dall’andamento del cambio euro dollaro. Peraltro, se i Paesi Emergenti sono ancora in una situazione di crescita stabile, allora il ribasso subito dai bond potrebbe presto essere riassorbito.

Una considerazione finale importante sul “come investire”

La domanda euro dollaro cosa fare, da cui siamo partiti, è solo la punta di un iceberg. Oggi, infatti, nel caso di un biglietto verde deprezzato, devi provvedere a costruire un portafoglio titoli che abbia un piano preciso. In particolare devi prendere in esame i seguenti aspetti:

  • Definizione della perdita massima accettabile a livello economico e psicologico;
  • Impostazione di un sistema efficace di ingresso/uscita dai mercati;
  • Impostazione di un portafoglio strategico coerente con i tuoi obiettivi di lungo periodo.

Opinioni sul trading eur / usd

In questa guida hai imparato che il cambio per eccellenza, il cambio più seguito in assoluto da tutti i trader, è il cambio euro dollaro americano. Si tratta di uno dei più ricercati, vuoi perché è un asset molto competitivo, vuoi anche perché mette in relazione le due economie più grandi al mondo. Allo stesso tempo, noi aggiungiamo che è un ottimo asset, anche per diversificare il tuo portafoglio di investimento.

Se sei un trader che non ama rischiare molto, se non ami gli sbalzi improvvisi di volatilità, non puoi farti scappare questo cambio, che è caratterizzato dalle basse oscillazioni e che potrebbe essere analizzato anche in correlazione con altri cambi.

Nota anche che nonostante sia uno dei cambi più seguiti in assoluto, non sempre investirci sopra puòessere un ottimo affare.

Il trading forex è volatile e potresti perdere il capitale investito. Anche per questo cambio, vale al stessa regola, dunque: investi prima di tutto con un conto demo gratuito e successivamente con un cono reale, al fine anche di valutare e studiare al meglio la tua strategia di trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2008/2019 ©Tradingonlineforex.com - Sito con numerose guide verticali esclusivamente dedicate al trading sul forex.