USD/CAD: guida trading e quotazione in tempo reale

USD-CAD

USD-CAD: trading forex sull’asset

Quando scegli di investire nel mercato del forex, soprattutto se sei un trader poco esperto, è molto importante considerare le valute con il quale vuoi operare. Scegliere cross valutari di una certa fama, sicuramente, è un aspetto positivo.

Detto questo, nel caso del cross in questione, possiamo dirti che si tratta di un asset molto utilizzato, abbastanza ricercato dai trader e quindi un’ottima alternativa di diversificazione del portafoglio valutario.

Vogliamo anche ricordarti che investire e fare trading online sul Forex non è semplice! Per investire su questi asset, è necessario sempre ricercare le migliori informazioni, valutare le notizie che possono influenzare direttamente o indirettamente l’asset e investire di conseguenza.

In pratica, è conveniente sempre informarsi prima di investire sulle principali valute. Cosa vuol dire questo? Per rispondere alla domanda devi prima di tutto tenere presente delle considerazioni.

Ad esempio, il dollaro canadese è conosciuto anche con l’abbreviazione di CAD. Al momento rappresenta la valuta con corso legale in Canada. Tra le sue caratteristiche abbiamo la suddivisione in 100 centesimi.

Da queste prime informazioni possiamo partire per andare oltre. Sarà nostro onere fare il possibile per spiegarti come investire sul mercato forex con questa coppia valutaria. E’ anche chiaro, però, come per tutte le coppie valutarie, che non è possibile investire in un asset se non conosci la sua storia. Permettici dunque di analizzare brevemente la storia del Dollaro Canadese.

Dollaro canadese: cos’è? … la storia

dollaro canadese

Da dove deriva il cambio dollaro americano dollaro canadese

Possiamo dirti che la storia della valuta moderna in Canada è iniziata molto tempo fa, intorno al 1660. Ai tempi, furono i coloni francesi ad introdurre nel Paese il sistema valutario.

Al fine però di inquadrare meglio la situazione, dobbiamo fare un ulteriore passo in avanti, fino ad arrivare al 1821, quando cominciarono a circolare le prime banconote, le quali furono emesse dalla Banca di Montreal.

20 anni dopo, nel 1841, il Canada divenne colonia britannica. Da qui la banca iniziò a coniare la sterlina canadese.

Questa valuta durò ben poco, perché nel 1858 venne sostituita con il dollaro canadese. Il dollaro canadese iniziò quindi il suo processo di allineamento al dollaro.

Per un po’ di tempo, come monete ufficiali si sono avute sia il dollaro USA, sia la Sovrana britannica, ossia il pound in monete d’oro. Si trattava di valute a circolazione legale in tutto il territorio canadese.

Solo con la nascita della federazione canadese, nel 1867, il governò introdusse un nuovo sistema, quello decimale.

Nel 1871, a seguito dell’Uniform Currency Act, il governò decise di sostituire le valute delle varie provincie con il dollaro canadese. Da qui prese il via l’emissione di una nuova serie di monete.

Solo nel 1933 fu possibile assistere all’eliminazione del gold standard, che venne abolito definitivamente il 10 aprile del 1933.

Nel 1934, venne fondata invece la Banca del Canada e nel 1935 fu essa stessa ad emettere le prime banconote, ovvero le prime monete definite come dollaro canadese. Il Loonie, in gergo, che venne introdotto nel 1987.

Nel 1996 venne lanciata quella da due dollari.

Passiamo ora ai giorni nostri. Nel 2011, la banca si è occupata dell’emissione di una nuova serie di banconote, le quali sono state stampate su un materiale polimerico.

Molto interessante, tra le altre caratteristiche, è notare come in Canada oggi vengano utilizzate valute con una denominazione simile a quella statunitense.

Ne deriva, come potrai anche tu vedere, che la storia in questo caso è molto indicativa, visto e considerato anche che si tratta di monete dalle dimensioni e valore inferiore ai 50 centesimi, molto simili a quelle dei dollari USA.

Il motivo è molto chiaro e riguarda il fatto stesso che entrambe le nazioni utilizzavano il dollaro spagnolo come base.

Inoltre, in caso di trading online, devi tenere presenti le correlazioni esistenti tra il dollaro canadese, la sterlina britannica, l’euro ed il dollaro. Si tratta di valute che direttamente o indirettamente possono influenzare tutto il mercato dei cambi.

Caratteristiche del dollaro Canadese

cross usd/CAD

Caratteristiche del cambio USD/CAD

A seguito di questa breve introduzione storica, che ti ha fatto comprendere le caratteristiche del dollaro canadese, possiamo procedere ad analizzare con te le sue caratteristiche e la composizione delle banconote.

  • Penny ($0,01): riporta l’immagine della Regina Elisabetta II da un lato e dall’altro è presente una foglia di acero.
  • Nichel ($0,05): da un lato è raffigurata l’immagine della Regina Elisabetta II, mentre dall’altro è presente un castoro.
  • Dime ($0,10): sul fronte è raffigurato sempre il volto della Regina Elisabetta II, mentre dall’altro lato è presente il Bluenose, che rappresenta un veliero canadese varato nel 1921 e destinato a essere un’imbarcazione da competizione.
  • Quarter ($0,25): vi è sul fronte raffigurato il volto della Regina, mentre sul retro compare un caribù.
  • Loonie ($1,00): ancora, da una parte abbiamo la figura della Regina Elisabetta II. Mentre sul retro, compare una strolaga maggiore.
  • Τoonie ($2,00): in entrambi i lati abbiamo l’immagine della Regina Elisabetta II e un orso polare.

In merito alle banconote, molto importante è ricordarti la loro suddivisione in due serie.

La prima, anche nota come serie degli uccelli, ha iniziato a essere emessa nel 1986. Il suo nome lo si deve al fatto che sul retro vi erano raffigurati degli uccelli:

  • Merlo;
  • Martin pescatore;
  • Strolaga maggiore;
  • Civetta delle nevi;
  • Oca del Canada;
  • Ciuffolotto delle pinete.

Nel 2001, invece, venne varata la seconda emissione di banconote, definita come serie successiva e nota come Canadian Journey.

Da cosa si contraddistingue? Dalla presenza, sulla banconota di 5 dollari, della raffigurazione di bambini che giocano a hockey su ghiaccio.

Invece, su quella da 10 dollari, è visibile una raffigurazione delle forze di peacekeeping e del memoriale di guerra.

Caratteristiche del dollaro statunitense

Il dollaro statunitense, conosciuto anche come dollaro americano, è la valuta ufficiale degli Stati Uniti d’America. Essa è anche ampiamente utilizzata come valuta di riserva al di fuori degli Stati Uniti.

Come detto per il dollaro Canadese, anche per il dollaro americano parliamo di major valuta ed il simbolo comunemente usato per il dollaro statunitense è “$”.

Anche questo dollaro, come il precedente, è diviso in 100 centesimi, sebbene in origine il dollaro americano fosse suddiviso in 1000 millesimi, i quali erano utilizzati fino alla seconda guerra mondiale, quando la guerra rese l’alluminio troppo costoso per essere impiegato come metallo da conio.

Ne derivò anche un’inflazione crescente, tanto che le rese di valore insignificante.

Al momento tutte le denominazioni pari o inferiori a un dollaro sono emesse in moneta. Sono invece emesse in formato cartaceo, ovvero in banconote, tutti i valori uguali o superiori a un dollaro.

Le banconote moderne oggi sono stampate dalla Federal Reserve.

Ricordati infine che il nome del dollaro statunitense deriva dal dollaro spagnolo, una moneta d’argento largamente diffusa durante la guerra di indipendenza americana.

Anche se all’epoca le banche private emettevano valuta supportata dal dollaro spagnolo, il governo federale non lo fece se non fino alla guerra di secessione (1861-1865).

Uso internazionale del dollaro statunitense

Alcune nazioni, ovvero quelle che sono al di fuori della giurisdizione statunitense, oggi utilizzano il dollaro statunitense (USD) come valuta ufficiale. Al momento le nazioni che utilizzano questa valuta sono:

  • Ecuador;
  • El Salvador;
  • Palau;
  • Timor Est;
  • Panama;
  • Stati Federati di Micronesia.

Da notare invece che l’Argentina usò un tasso di cambio fisso 1:1 tra il peso argentino e il dollaro statunitense dal 1991 al 2002.

Infine il dollaro americano è oggi usato come unità valutaria standard sui mercati internazionali, per la quotazione di beni come l’oro e il petrolio.

Come fare trading CFD su CAD/USD?

Premesso quanto sopra, passiamo ad analizzare l’assetto più importante che interessa alla maggior parte dei nostri lettori, ovvero la possibilità di investire e fare trading online sul mercato forex con il dollaro canadese.

Come si fa trading con il dollaro canadese?

Bè, come prima cosa si deve aprire un conto di trading online, demo o reale con uno dei nostri broker, regolamentati ed autorizzati. Trattasi di broker online di qualità e come tali devono offrire un conto demo ed un conto reale, che ti permettono di utilizzare una piattaforma semplice e gratuita.

Vai al sito web | Recensione
Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...

Prova Gratis
Capitale a rischio.
Vai al sito web | Recensione
Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...
Prova Gratis
Capitale a rischio.
Vai al sito web | Recensione
Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...
Prova Gratis
Capitale a rischio.
Vai al sito web | Recensione
Rating: 5.0/5. From 10 votes.
Please wait...
Prova Gratis
76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.

Tutti i broker forex di valore da noi riportati sono quelli che non applicano commissioni sull’eseguito e che come tale ottengono i loro introiti solo sullo spread, ossia la differenza tra bid e ask.

Nel momento in cui senti parlare di broker forex e di trading online con il dollaro canadese, devi anche considerare la possibilità di aprire un conto demo, che come tale ti permette di prendere confidenza con la piattaforma. Questa deve avere anche le caratteristiche della piattaforma utilizzata con conto reale, che ti permetta anche di analizzare gli asset in questione.

I broker seri sono contraddistinti dall’adesione alle principali norme Consob e Cysec.

Non dimenticare neanche che si tratta di un dettaglio essenziale per la sicurezza degli investimenti.

Quali sono gli strumenti per fare trading Forex su USD/CAD

Per fare Forex con il dollaro canadese non per forza si deve acquistare la valuta. Oggi puoi investire sull’asset USD/CAD con degli strumenti specifici utili allo scopo, che sono i CFD (Contract for Difference).

Questi sono disponibili per tutti i trader che investono con il trading online e con la diffusione massiva del Forex. Si tratta di strumenti di trading online che consentono di replicare le variazioni di prezzo delle valute, senza per forza di cose doverle acquistare.

Ti viene offerta anche la possibilità di aprire e chiudere posizioni in poco tempo. Quanto minore risulterà lo spread, ovvero la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita, maggiore sarà la convenienza per l’apertura della posizione.

Cambio USD/CAD: grafico e quotazione in tempo reale

Per completare il quadro relativo al Forex con il dollaro canadese, presentiamo il grafico e la quotazione in tempo reale.

Convertitore dollaro statunitense / dollaro canadese

Per il convertitore di valuta, lo staff di Tradingonlineforex.com ti consiglia l’utility, affidabile, predisposta dal motore di ricerca Google e consultabile cliccando quì.

Attraverso questo convertitore puoi vedere quanti dollari canadesi ti occorrono per acquistare un dollaro degli Stati uniti d’america.

C’è correlazione tra dollaro canadese e petrolio?

USD - CAD

Quotazione e correlazione tra il cambio USD-CAD e petrolio

Certamente sì. Lo è anche tra dollaro americano e petrolio. Nel momento in cui investi con il trading online, nel momento in cui scegli di investire sul cambio USD/CADM, devi prendere in esame la correlazione esistente con il petrolio.

Non devi invece esaminare tale aspetto, se scegli di investire sui cambi USD/EUR, GBP/EUR, dove non c’è correlazione diretta con il petrolio.

Invece, il dollaro canadese è direttamente influenzato dal cambio del prezzo del petrolio! Questo vuol dire che se il prezzo del petrolio scende, allora anche il dollaro canadese perde di valore e viceversa. Ma perchè?

Perché il Canada è considerato come uno dei maggiori esportatori di petrolio del continente americano e come tale la sua valuta è in correlazione con il valore dei giacimenti di petrolio.

Quindi possiamo dire che la correlazione tra il dollaro canadese e il petrolio è diretta e come tale, ad un aumento del prezzo del greggio, aumenta anche il valore della moneta del Canada.

Non dimenticare anche che il Canada non solo produce, ma esporta anche petrolio. Quindi al paese conviene che il prezzo dell’oro nero sia in salita.

Previsioni dollaro canadese 2018

Per fare tradign sul mercato forex scegliendo il cambio dollaro americano, canadese, non puoi non tenere presente quello che è stato il 2017.

L’anno scorso è stato caratterizzato dalle previsioni del tasso di cambio USD/CAD (dollaro americano / dollaro canadese). Nello specifico, si deve prendere in considerazione il fatto stesso che il dollaro canadese è una “valuta commodity“, ovvero il suo valore è strettamente legato al petrolio greggio.

Abbiamo infatti detto che il Canada è uno dei maggiori produttori ed esportatori al mondo.

Per questo motivo, nel momento in cui prezzi del greggio dovessero salire, anche il Canada guadagnerebbe maggior denaro e come tale la valuta si apprezza.

Da un punto di vista tecnico, l’asset USD/CAD non ha dei movimenti negativi che possono pesare sul dollaro canadese.

In merito all’anno in corso, invece, si devono analizzare i movimenti di prezzo del cambio USD/CAD a partire dal 2014. Infatti si deve partire dal 2014, al fine di comprendere come mai il prezzo del petrolio è crollato.

E’ possibile notare, infatti, che da allora la Banca del Canada ha tagliato i tassi di interesse per ben due volte, nel tentativo di fornire uno stimolo all’economia.

Al contrario, invece, la FED ha rialzato i tassi di interesse. Ancora oggi si prevede un nuovo rialzo (sempre di 25 punti base) il quale potrebbe arrivare entro e non oltre la fine del 2018.

Il tutto potrebbe tradursi in un impatto negativo di breve/ periodo sul dollaro canadese.

Il 2018 in pratica non prevede una grande salita in favore del prezzo del dollaro canadese rispetto al dollaro statunitense. Si parla solo di alcuni investitori ed esperti del settore, che guardano ad un possibile calo del rapporto di cambio USD/CAD al di sotto dell’1,2 (ma non ci sarà la parità) fino al mese di giugno 2018, salvo poi ritornare al di sopra di questo valore e rimanerci ancora per molto tempo.

Investire sull’asset USD/CAD, conviene?

cambio usd cad

Investire sul cambio USD-CAD conviene veramente?

Il dollaro canadese, come anche il dollaro Americano, sono delle valute che rientrano all’interno del comparto major. Cosa vuol dire? Si tratta di valute sicure ed affidabili.

Ad esempio lo è anche il franco svizzero e l’euro e come tale tutti gli asset forex che si basano su di una di queste valute sono definiti come cambi affidabili, che noi ci sentiamo di consigliarti anche nel momento in cui devi scegliere una giusta diversificazione del portafoglio di investimento.

Se vuoi investire denaro in questa valuta e nel rapporto di cambio tra CAD/USD, conviene controllare sempre l’andamento del prezzo del petrolio e cercare di prevedere i rispettivi e conseguenti movimenti di prezzo del dollaro canadese.

Opinioni su USD / CAD

Al termine di questo approfondimento avrai notato anche tu che il cambio in oggetto è molto richiesto dai trader di tutto il mondo. Per altro esso mette in relazione il dollaro canadese e il dollaro americano. A ben vedere si tratta di valute appartenenti a due economie completamente differenti ma in stretta relazione tra di loro anche per via della vicinanza.

Se scegli di investire su questo cambio, devi anche prendere in esame la stretta relazione che intercorre tra le due valute e devi prendere in esame tutte le correlazioni dirette e indirete che possono interagire sul cambio.

Un ottimo cross potremmo dire utile a te come a tutti i tuoi colleghi al fine di ampliare il tuo portafoglio di investimento. Non dimenticare mai di operare solo con broker regolamentati.

A questo punto ti possiamo solo fare un grosso in bocca al lupo per la tua carriera da trader forex sulle migliori coppie di valute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2008/2019 ©Tradingonlineforex.com - Sito con numerose guide verticali esclusivamente dedicate al trading sul forex.